La correzione di un trucco permanente sbagliato è una tecnica molto diversa dal normale lavoro e, che in molti casi, richiede più sedute.
Processo per la correzione

Di solito il processo è complesso, si comincia con una serie di sedute per schiarire le sopracciglia con un apposito pigmento salino. Ma cosa succede quando il trucco permanente è “sbagliato”? Magari si ricorre al tatuaggio estetico immaginando un certo risultato e invece si rimane delusi, il tatuaggio non piace o, ancora peggio, risulta sbagliato. Il trucco poi varia tantissimo in base alle mode. L’esempio delle sopracciglia è piuttosto lampante: finissime negli anni ’70, spesse e tirate all’insù negli anni ’80, naturali al massimo negli anni ’90, estremamente curate oggi. Stessa cosa dicasi per le labbra. Cosa accade se il trucco non piace più? Con un make up tradizionale bastano un batuffolo di cotone e uno struccante.

Non è così semplice invece quando si tratta di trucco permanente, che a tutti gli effetti si presenta come un tatuaggio. E come questo sicuramente tenderà a perdere intensità e colore ma una leggera ombra rimarrà sempre. Gli errori più eclatanti da correggere o addirittura da cancellare riguardano spesso il trucco permanente alle sopracciglia. Non sempre vengono adeguatamente prese in considerazione, ma le sopracciglia sono uno degli elementi fondamentali del volto perché sono proprio quelli che ne determinano l’espressione. Bisogna quindi fare grande attenzione nella progettazione e nell’esecuzione di questo lavoro e naturalmente rivolgersi a un professionista. È molto importante ad esempio rendere verosimile l’arcata sopraccigliare per dare l’illusione ottica del 3D, per avere un risultato del tutto naturale. Detto questo è chiaro che è opportuno meditare bene sulla propria scelta, quando si decide di ricorrere al tatuaggioestetico, dato che ha un carattere di permanenza. Ad ogni modo il trucco permanente può essere cancellato con la stessa tecnica utilizzata per rimuovere tutti i tipi di trucco permanente con una svariata serie di sedute. Le sedute necessarie per la totale rimozione variano a seconda dell’intensità e della profondità del tatuaggio, sono comunque del tutto indolori e possono essere effettuate con una distanza di circa 40 giorni l’una dall’altra. Soltanto quando il lavoro precedente sara’ impercettibile si potra’ pensare alla creazione e realizzazione di un’altra forma con le sedute di trucco permanente.

Guarda il video



Vuoi chiedere informazioni o prenotare un appuntamento?